3 novembre 2009

Vix

Con la volatilità in atto è bene non vendere. Chi non ha fretta e bisogno di soldi nell'immediato è meglio che rimanga fermo e aspetti che i mercati tornino pian piano a risalire. Sedute al ribasso erano previste da tempo e solo avidi o inesprerti potevano sperare in un rialzo senza sosta. Le pause nei mercati, come nella vita, fanno bene.

6 commenti:

Lamiaeconomia di Fabio Troglia ha detto...

Ma se aumenta la volatilità i mercati scendono quindi non capisco???

Parcobuoi ha detto...

Quindi non bisogna vendere e farsi prendere dal oanico.

Lamiaeconomia di Fabio Troglia ha detto...

Veramente prorpio quando sale il vix tra l'ltro ad un livello importante come i 30 bisogna vendere.

Parcobuoi ha detto...

Io invece penso che proprio quando il Vix sale, magari sopra i 30 punti o anche più su, è bene comprare e non vendere. Solo così di fanno buoni affari in borsa. Vendi quando tutti comprano (e il Vix scende) e compra quando tutti vendono (e il Vix sale).

Lamiaeconomia di Fabio Troglia ha detto...

Quello significa anticipare i tempi perchè se il vix tornasse sui massimi potrebbe significare avere delle perdite molto elevate anche del 50%, allora meglio comprare quando il Vix e sui massimi e da segni di rallentamento allora si che si fanno buoni affari a mio giudzio.

Parcobuoi ha detto...

Tu scrivi: "allora meglio comprare quando il Vix e sui massimi". Sono d'accordo con te.