14 gennaio 2008

Borse mondiali e P/e (prezzo/utile per azione)

Ho già detto in un post precendente che il p/e (prezzo/utile per azione) indica il tempo necessario (in anni) per recuperare l' investimento. Praticamente se le azioni Eni hanno un p/e di 10 vuol dire che, in base agli attuali utili, recupereremo l'investimento tra 10,05 anni.

A seguito delle turbolenze dei mercati e azionari ho deciso di elencare il p/e atteso delle borse europee e mondiali. Se secondo Benjamin Graham il p/e non dovrebbe superare 15 volte gli utili su quale mercato non mettereste un centesimo?

EUROPA

Austria: 12,5
Cechia: 15,3
Danimarca: 13,9
Estonia: 10,5
Finlandia: 14,8
Francia: 12,4
Germania: 12,9
Gran Bretagna: 12,2
Grecia: 15,4
Irlanda: 9,7
Lettonia: 27,5
Norvegia: 13,2
Olanda: 10,3
Polonia: 14,3
Portogallo: 16,6
Romania: 19,6
Russia: 13,1
Slovenia: 38,6
Spagna: 13,4
Svezia: 11,8
Svizzera: 16
Ungheria: 12,5

RESTO DEL MONDO

Argentina: 16,7
Australia: 16
Brasile: 13,7
Canada: 15,8
Cina Shanghai: 83,5
Cina Shenzhen: 28,7
Corea del Sud: 12,4
Filippine: 17,5
Giappone: 34,6
Hong Kong: 18
India: 24,9
Indonesia: 20,6
Malesia: 17,7
Messico: 14,2
Sudafrica: 12,5
Taiwan: 13
Thailandia: 13,4
Turchia: 12,3
Usa (Dow Jones Industrial) : 15,2
Usa (Nasdaq 100): 24
Venezuela: 22


5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, ma il P/E italia non è presente, forse non serve a nulla?

julword ha detto...

Ciao, ma il P/E italia non è prente, forse non serve a nulla?

julword ha detto...

Ciao, ma il P/E italia non è prente, forse non serve a nulla?

Parcobuoi ha detto...

Ciao, nell' utimo post ho inserito il p/e degli indici di Piazza Affari

Anonimo ha detto...

ciao,

una curiosità:dove sono presi i forward P/E?

Bel blog: saggia filosofia alla base.